The Story of Thor: hikari wo tsugu mono

The story of Thor - front cover JP

 

The Story of Thor

Scheda Tecnica

 

 

DATI TECNICI

TITOLO: The Story of Thor: hiwari wo tsugu mono (giapponese trad. La storia di Thor: un successore della luce)

ALTRI TITOLI: The Story of Thor: a successor of the light (Europa) (trad. La storia di Thor: un successore della luce), Beyond Oasis (USA) (inglese trad. Oltre Oasis)

GENERE: RPG

STILE: avventura

TEMA: fantasy

SVILUPPO: Ancient

PUBBLICAZIONE: Sega

ANNO: 1995

PIATTAFORME: Mega Drive/Genesis (originale), Wii Virtual Console, Xbox 360, PlayStation 3

N. GIOCATORI: 1

LINGUE: giapponese (originale), inglese (ufficiale), italiano (amatoriale), portoghese (amatoriale)

SUPPORTI DI MEMORIA: cartuccia

PERIFERICHE: joypad

LICENZA: copyright, abandonware

 

TRAMA

Ali, durante uno scavo, trova un bracciale d’oro da cui esce uno spirito di un antico re del passato che lo avverte del risveglio di un malvagio mago, anch’esso proveniente dal passato, dotato del bracciale d’argento. Ali indossa il bracciale e parte all’avventura e alla ricerca del modo al col quale può combattere il ritorno del mago.

 

IL GIOCO

Il gioco ha una impostazione grafica da cartone animato dallo stile morbido e il tema di fondo si presenta serio ma senza esagerazione.

Il protagonista si muove in schermate con visuale dall’alto e spostamenti nelle 3 dimensioni.
Ali dovrà affrontare un orda di nemici come soldati e guardie in armatura, orchi giganti, gargoyle e tanti altri sfruttando le sue capacità di combattimento. Dovrà anche risvegliare i quattro spiriti che saranno indispensabili per portare a termine il suo compito.

L’arma principale di Ali è lo spadino ma nel corso dell’avventura potrà rimpiazzarlo con altre armi dalle capacità diverse come balestre per colpire a distanza, spadoni per arrecare più danno oppure bombe per colpire i nemici posti su piani inferiori.

I comandi del personaggio sono basati su tre tasti: il tasto B per attaccare, il tasto C per saltare e il tasto A per lanciare la magia.

L’attacco con lo spadino prevede una concatenazione di colpi contro il nemico; l’attacco cambia in base all’arma posseduta. Il salto permette di sorpassare alcuni burroni ed evitare alcuni ostacoli nonché colpire a mezz’aria. La magia permette di richiamare gli spiriti e, una volta evocati, di usare i loro poteri per aiutarsi nell’impresa.

 

NOTIZIE VARIE (POSSIBILI SPOILER)

  • Con un trucco è possibile giocare in due, il secondo giocatore impersona un Ali lampeggiante che non può lanciare magie.

 

COLLEGAMENTI

 

Gameplay in italiano

 

Precedente Splatterhouse Wanpaku Graffiti Successivo Street Fighter

Lascia un commento

Oppure

*