Splatterhouse Wanpaku Graffiti

Splatterhouse Wanpaku Graffiti - cover NES

 

Splatterhouse Wanpaku Graffiti

Scheda Tecnica

 

 

DATI TECNICI

TITOLO: Splatterhouse Wanpaku Graffiti (trad. Casa dello “Splatter” Graffiti Cattivi o Casa dello spargimento di sangue Graffiti Cattivi -wanpaku significa cattivo-)
GENERE: piattaforme
STILE: scorrimento
TEMA: horror, comico
SVILUPPO: Namcot (Namco)
PUBBLICAZIONE: Namco
ANNO: 1989
PIATTAFORME: NES (originale)
N. GIOCATORI: 1
LINGUE: inglese/giapponese (originale)
SUPPORTI DI MEMORIA: cartuccia
PERIFERICHE: joypad
LICENZA: copyright

 

TRAMA

In una notte tempestosa Jennifer piange accanto alla tomba di Rick, quando all’improvviso un fulmine colpisce il sepolcro di ick e lo riporta in vita.

Jennifer salta di gioia nel rivedere il suo fidanzato di nuovo in vita ma proprio in quel momento un altro fulmine colpisce la tomba accanto e risveglia uno spettro zucca che rapisce Jennifer.

Ora Rick è costretto ad andare alla ricerca della sua fidanzata e liberarla dalle mani dello spettro.

 

IL GIOCO

Splattehouse Wanpaku Graffiti è un gioco sviluppato dalla Namco nel 1989 per il NES ed è un episodio aggiuntivo della serie Splatterhouse ed il secondo gioco su di esso.

Il background è presentato in modo Super Deformed e comico/parodistico. Come in tutta la serie il protagonista è Rick, questa volta armato di ascia che si muove in livelli a piattaforme dall’aspetto horror.

Rick affronterà un esercito di mostri in livelli che si diversificano tra livelli lineari in cui bisogna procedere in avanti senza altre strade, livelli lineari orizzontali a piattaforme per evitare ostacoli e livelli verticali con piattaforme da superare balzando da una piattaforma all’altra fino ad arrivare alla cima; ed infine gli scontri con i boss di fine livello.

Nello schermo sono presenti due indicatori: uno in alto, in forma numerica, rappresenta l’esperienza che più rick sconfigge mostri più cresce (ogni mostro vale un punto) appena Rick raggiunge il massimale -rappresentato dalla cifra a destra- la barra dell’energia aumenta di capienza e Rick può avere maggior energia a sua disposizione; quello poco più in basso, in forma di barra, mostra il quantitativo rimanente e massimo d’energia di Rick.

I comandi si basano col pad direzionale ci si muove a sinistra e destra, su si entra nelle porte e si salgono le scale e giù si scendono le scale, il tasto A è l’attacco con l’ascia e il tasto B permette il salto; il tasto SELECT scorre fra le opzioni e il tasto START conferma le scelte e mette/toglie la pausa al gioco.

 

NOTIZIE VARIE (POSSIBILI SPOILER)

  • Splatterhouse Wanpaku Graffiti è il primo gioco della serie ad uscire per console casalinghe ancor prima della conversione da coin-op a PC Engine del primo episodio.
  • Il gioco prevede un finale completo che consta di due immagini in più: queste immagini possono essere visibili solo recuperando due sfere di cristallo presenti in due livelli specifici.
  • Questo episodio è l’unico ad avere uno stile “morbido”, divertente e infantile.
  • Fra tutti gli episodi della saga solo in questo Rick è armato per default, in tutti gli altri episodi combatte a mani nude e le armi vanno raccolte nei livelli.
  • Splatterhouse Wanpaku Graffiti è l’unico episodio ad essere un platform anziché un picchiaduro.
  • Fu l’unico episodio della serie Splatterhouse che uscì solo in Giappone.

 

COLLEGAMENTI

 

Gameplay

Lascia un commento

Oppure

*