Naya’s Quest

nayas-quest-title-screen
Immagine della schermata del titolo

NAYA’S QUEST

Scheda Tecnica

 

DATI TECNICI

TITOLO: Naya’s Quest (trad. La Ricerca di Naya)

GENERE: rompicapo

STILE: schermo fisso

TEMA: fantasy

SVILUPPO: Terry Cavanagh

PUBBLICAZIONE: Terry Cavanagh

ANNO: 19 settembre 2013

PIATTAFORME: browser

N. GIOCATORI: 1

LINGUE: inglese (originale)

VERSIONI: flashgame

LICENZA: copyright, freeware, free to play

PERIFERICHE: tastiera

 

TRAMA

Il mondo sta svanendo lentamente giorno per giorno e Naya vuole sapere cosa c’è ai confini del mondo scomparso.

 

IL GIOCO

La grafica sfrutta i pixel semplici; il personaggio è fatto in un simil Super Deformed con i soli occhi visibili, e il paesaggio sfrutta molto le forme geometriche essenziali. Il colore predominante è il nero dello sfondo delle ambientazioni all’aperto, con una griglia di grigio che scorre dal basso verso l’alto e un’altra griglia che segna le caselle del pavimento come a farne delle ombre; invece i livelli sono di base monocromatici distinti solo dalle sfumature, esistono delle piccole eccezioni; il colore cambia quando si usa lo scan che fa diventare tutto marroncino con delle sfumature di verde.

Il sonoro è formato da effetti semplici mentre le musiche sono un componimento strutturalmente avanzato, con toni ambient.

I comandi principali sono le frecce direzionali che spostano Naya nelle quattro direzioni, il tasto Z o lo Spazio servono a saltare e la X attiva lo scan. Naya salta direttamente di una casella nella direzione in cui è voltata; lo scan non può essere usato all’aperto.

Tutto il gioco è strutturato con una visuale isometrica.

All’inizio ci si ritrova in una città abbandonata all’interno della quale si prende dimestichezza coi comandi e si prenderà lo scan per affrontare i livelli.

Naya cammina in livelli fatto di caselle disposte in modo da sembrare un percorso lineare ma che realmente è disposto in maniera differente. Ogni livello è a schermo fisso ma costituito da varie schermate. Per riuscire a percorrere i tracciati Naya può usare lo scan a disposizione che si trova all’inizio del gioco. In alcuni schemi dei livelli bisognerà raccogliere un cubo per aprire la porta per passare alla schermata successiva.

Per affrontare i livelli Naya ha tre vite a disposizione e se le esaurisce viene chiesto se ricominciare dalla schermata precedente o dall’ultimo salvataggio; si può continuare il gioco illimitatamente. Le tre vite vengono ripristinate ad ogni cambio di schermata.

Nell’intermezzo fra un livello e l’altro, Naya troverà dei punti di salvataggio segnati come quadrati contornati di bianco.

 

NOTIZIE VARIE (POSSIBILI SPOILER)

  • Dal blog dello sviluppatore è possibile scaricare l’OST di Naya’s Quest.

 

COLLEGAMENTI

 

Gameplay

 

Precedente Retro Recensioni N.2: Alex Kidd, dall'ascesa al decadimento. Successivo Installare SNES9x Github su Linux Mint 18.1

Lascia un commento

Oppure

*