Mario Bros.

Mario Bros. - arcade side art

 

Mario Bros.

Scheda Tecnica

 

DATI TECNICI

TITOLO: Mario Bros. (trad. Fratelli Mario)

GENERE: piattaforme

STILE: schermo fisso

TEMA: fantasy

SVILUPPO: Nintendo

PUBBLICAZIONE: Nintendo

ANNO: 1983

PIATTAFORME: coin-op, NES, Commodore 64, Amstrad CPC, Atari 2600, Atari 5200, Atari 7800, Atari 400, Atari 800, PC-8801, ZX Spectrum

N. GIOCATORI: 1, 2 contemporanei

LINGUE: inglese

SUPPORTI DI MEMORIA: cartuccia, scheda coin-op

PERIFERICHE: joystick, joypad

LICENZA: copyright

 

TRAMA

Mario e Luigi sono due fratelli idraulici, i “Mario Bros.” che hanno ricevuto un grosso lavoro da fare: devono liberare le fogne dalle creature che le stanno infestando.

 

IL GIOCO

Mario Bros è un platform arcade che si svolge in livelli, suddivisi in sezioni chiamate “Phase” (fase) a schermate fisse e tutta l’azione si svolge in una schermata sola. Lo scopo è quello di eliminare tutti i nemici dell’area. Per eliminarli, Mario e Luigi devono stare sotto di loro e saltare colpendo con la testa il terreno dove stanno camminando in modo da farli ribaltare, dodiché devono andargli incontro per mandarli fuori dallo schermo. Se ad un nemico ribaltato viene di nuovo colpito il terreno questo ritornerà in piedi e attivo. Quando rimarrà un solo nemico, questo cambierà colore e diventerà più veloce per sfuggire agli idraulici. Oltrettutto, nella parte alta dello schermo, compariranno delle palle di fuoco che rimbalzeranno avanti e indietro percorrendo lo stage per rendere l’eliminazione dei nemici più difficile e colpire i protagonisti; queste aumenteranno di numero durante l’avanzamento nei livelli. Oltrepassando i limiti dello schermo si potrà passare dalla parte sinistra a quella destra e viceversa.

Ogni tre fasi i livelli cambieranno nel colore ma non nella forma e prima di passare al livello successivo ci sarà una presentazione della nuova tipologia di nemico e il modo in cui va affrontato. I nemici cambiano di tipo in ogni livello. In alcune fasi, nello schermo si presentano nemici misti di due tipologie: quella corrente e una precedentemente affrontata.

Fra le tipologie di nemici ce ne sono tre: gli Shellcreeper, lenti, si ribaltano con un colpo e ci mettono tempo per riprendersi; i Sidesteppers, che si ribaltano dopo due colpi e al primo si infuriano e aumentano la velocità, hanno anche la particolarità di scontrarsi fra di loro invece che di oltrepassarsi, cambiando direzione della camminata, questo accade anche quando si scontrano con una moneta; i Fighterfly, che saltellano e possono essere colpiti solo quando toccano terra. Un nemico a parte è Slipice che può essere distrutto con un colpo solo e non si capovolge, se non viene distrutto si liqueffa e congela la piattaforma nella quale stava camminando, rendendola scivolosa. Le palle di fuoco sono di due tipi: la rossa, che viaggia diagonalmente, e la verde-blu che viaggia orizzontalmente. Una trappola presente nei livelli avanzati è l’Icicle, una punta di ghiaccio che si forma nelle piattaforme e poi cade verticalmente per colpire i protagonisti. L’Icicle può essere distrutta solo mentre si sta trasformando da goccia d’acqua a ghiaccio, colpendola con la testa.

Nei giochi a due, Mario e Luigi possono anche intralciarsi a vicenda. Se uno salta sulla testa dell’altro lo stordisce per mezzo secondo, se vanno l’uno contro l’altro si respingono a vicenda. Saltare sulla testa del compagno da comunque l’opportunità di fare salti alti.

Tutte le volte che un personaggio perde una vita, viene calato dalla parte alta del livello sopra una piccola piattaforma e da lì il giocatore potrà scegliere il momento e la direzione opportuna per far scendere il personaggio in mezzo ai nemici.

Come elementi su schermo troviamo il nome del personaggio in alto a sinistra e in alto a destra, rispettivamente per Mario e Luigi, con il contatore di punti; le vite dei personaggi si trovano sotto i rispettivi nomi e la quantità è rappresentata dal numero di facce. Al centro tra i due nomi c’è il punteggio più alto contrassegnato dalla scritta “TOP”. In basso a sinistra si trova il contatore di fasi, contrassegnato da una grande “P” e seguito da dei simboli, che indicherà a che phase ci troviamo; dopo qualche fase, la “P” verrà sostituita dal simbolo di uno scudo con i numeri all’interno.

La grafica è piuttosto colorata con un uso corretto di ombreggiature e sfumature per quanto riguarda sprite e elementi su schermo, mentre è assente nel background che è completamente nero.

Gli effetti sonori sono morbidi e diversificati. Le musiche sono inesistenti durante i livelli e si gioca nel silezio; unica eccezione è quando si inizia una nuova fase e si sente un jingle di 5 secondi.

I comandi permettono ai personaggi di andare a destra e sinistra usando il joystick e l’unico tasto d’azione è quello che permette di saltare.

Come bonus nel gioco ci sono le monete rilasciate dai nemici quando vengono battuti, una per nemico che da 800 punti, e possono essere raccolte andandoci incontro o colpendo il terreno sotto di loro. Al centro dello stage si trova un cubo con scritto “POW”, che deve essere colpito con la testa, e la cui utilità è quella di far ribaltare tutti i nemici su schermo. Il “POW” può essere colpito fino a tre volte e non si rigenera di fase in fase ma solo al cambio livello.

 

NOTIZIE VARIE (POSSIBILI SPOILER)

  • È il primo gioco dove il personaggio principale viene chiamato con un nome proprio, cioè “Mario”. Nella sua prima apparizione in Donkey Kong si chiamava “Jumpman” (trad. uomo che salta).
  • Da questo gioco in poi Mario praticherà il mestiere d’idraulico, in Donkey Kong era un carpentiere.
  • Fa la sua prima apparizione il fratello di Mario, Luigi.
  • Una nota particolare va fatta per gli abiti. Mario ha i colori della maglietta e della salopette opposti rispetto al Mario di Donkey Kong; infatti la maglietta è rossa e cappello e salopette sono blu. Questo è anche un po’ strano contando che in Super Mario Bros sono stati ripresi i colori di Jumpman, eccezione fatta per la maglietta che si presenta marrone in Super Mario Bros. Luigi, di contro, ha la salopette e cappello verdi e maglietta marrone, che saranno poi più simili ai vestiti del Luigi di ora -con la differenza che cappello e maglietta sono verdi e la salopette è blu-, mentre in Super Mario Bros ha cappello e salopette bianchi e la maglietta verde.

 

COLLEGAMENTI

  • Nintendo.com, sito ufficiale in multilingua, compreso l’italiano.
  • Super Mario Wiki, pagina d’informazione sui giochi e personaggi della serie di Super Mario, in inglese.

 

Gameplay

Precedente Retro Differenze: Flashback the Quest for Identity Successivo Donald Dowell and the Ghost of Barker Manor

Lascia un commento

Oppure

*