Big Karnak

big-karnak-arcade-cover

 

Big Karnak

Scheda Tecnica

 

DATI TECNICI

TITOLO: Big Karnak (trad. Grande Karnak)

GENERE: hack ‘n’ slash, piattaforme

STILE: scorrimento

TEMA: fantastico, storico

SVILUPPO: Gaelco

PUBBLICAZIONE: Gaelco

ANNO: 1991

PIATTAFORME: coin-op

N. GIOCATORI: 1, 2 contemporanei

LINGUE: inglese

SUPPORTI DI MEMORIA: scheda coin-op

PERIFERICHE: joystick e pulsanti del cabinato

LICENZA: copyright

 

TRAMA

Durante un viaggio in biga, il faraone e la sua sposa subiscono un attacco dall’alto di un gigante alato che rapisce la regina. Ora tocca a lui affrontare la furia dei mostri e degli dei che gli si pareranno per impedirgli di salvarla.

 

IL GIOCO

Big Karnak si presenta con una struttura di picchiaduro vecchio stile con scorrimento unicamente orizzontale senza profondità. Si incentra sull’hack ‘n’ slash e, come in questo tipo di picchiaduro, non sono presenti le combo ma un solo tipo di attacco.

Si può muovere il faraone avanti e indietro e farlo accovacciare. In altre sezioni dove si necessita l’arrampicamento lo si dovrà muovere in alto e in basso.
I pulsanti sono due e servono per l’attacco e il salto.
Premendo in alto e il tasto di attacco sferreremo attacchi verso l’alto.

Il background si svolge fra i luoghi più conosciuti e suggestivi dell’Egitto come deserti, piramidi e navi.
In ogni livello ci saranno nemici sia palesi che nascosti e a questi si aggiungono una serie di trappole segrete che colpiranno il protagonista e/o lo esporranno ai nemici.
In alcuni livelli si dovrà saltare di piattaforma in piattaforma, saltare gradini o camminare in un piano superiore rispetto al terreno.
Ogni livello sarà anche scandito da un tempo limite che, se finirà, farà perdere una delle vite a disposizione.

Gli avversari sono tutti basati sui mostri e leggende mitologiche egizie, ognuno più o meno forte ma tutti dotati di capacità peculiari. I più forti rimangono i boss di fine livello, con un ammontare di energia molto alto e con capacità più potenti.

I power-up sono divisi in vita extra, che si guadagna ogni 100.000 punti, la coppa che dà energia extra, questo per quanto riguarda la salute dell’eroe, e la clessidra darà del tempo extra.

Nel corso del gioco si cambieranno anche diverse armi tra cui la spada iniziale, le mani nude, lo scettro magico e il boomerang, che sarà anche possibile lanciarlo nelle otto direzioni consentite dal joystick.

 

NOTIZIE VARIE (POSSIBILI SPOILER)

  • Lo slogan scritto nel cabinato diceva: “You live an odyssey in Egypt… if the gods allow you.”, cioè “Vivi un’odissea in Egitto… se gli dei te lo permettono.”.
  • Il gigante viola all’entrata della piramide è lo stesso sprite di Karnov della Data East nel gioco Bad Dudes vs Dragon Ninja (fonte Gaming History).
  • Due effetti sonori sembrano derivare da Double Dragon. Quando il faraone viene colpito emette un verso come quello dei nemici sconfitti in Double dragon; l’altro suono è riprodotto quando il faraone colpisce un nemico (fonte Gaming History).

 

COLLEGAMENTI

  • Gaelco: sito ufficiale della software house spagnola, in inglese.

 

Gameplay

Precedente GamePops Classics: ricordi la musica dei vecchi giochi? Successivo Difficoltà nei retrogame: Light Crusader

Lascia un commento

Oppure

*